Dalla grafica all’automotive all’interior design

Dalla grafica all’automotive all’interior design, l’utilizzo di pellicole protettive e decorative si sta diffondendo sempre più rapidamente e con un crescente interesse. Il loro impiego nella decorazione e nella comunicazione ha radici lontane. 

Dobbiamo andare nell’America degli anni ’40 per trovare uno dei primi diffusi utilizzi di questi materiali. Dalla Ford alla Mercury quasi tutte le case automobilistiche dell’epoca proponevano auto di massa con dettagli di lusso, come appunto la fiancata o la parte posteriore delle wagon in legno. In alcuni modelli erano utilizzati pennellature di legno massello, ma il peso e la resistenza alle intemperie, spinsero rapidamente verso soluzioni esteticamente valide e più resistenti.

Passata la moda degli inserti in legno, questi materiali vennero (e continuano ad essere) comunque ampiamente utilizzati nella decorazione delle automobili e nella personalizzazione delle flotte aziendali. Oggi il car-wrapping è un settore in costante crescita, con un fatturato importante a livello globale. L’idea di cambiare la “pelle” o la livrea di un mezzo, di utilizzarlo per comunicare e dare visibilità ad un brand è, non solo un’idea accattivante, ma anche un importante strumento commerciale

Dalla grafica all’automotive all’interior design agli elicotteri, dalle vetrine ai mobili interni, l’utilizzo di pellicole protettive e decorative si sta diffondendo sempre più rapidamente e con un crescente interesse. 

L’idea di poter cambiare velocemente e ad un costo coerente l’identità di un negozio, le finiture di una lounge o la segnaletica di un museo sembra piacere sempre di più ai progettisti (per la libertà creativa) e ai facility manager per l’indiscutibile rapporto qualità-costo. L’aspetto estetico non è l’unico elemento coinvolto in questo approccio light al restyling

Molte di queste soluzioni, infatti, vanno oltre gli aspetti decorativi e si dedicano a tematiche più sensibili, come il controllo solare, la sostenibilità energetica e la privacy.  L’uso sempre più diffuso del vetro nell’architettura e nell’interior design richiedono, infatti, soluzioni flessibili e performanti in grado di risolvere qualsiasi necessità: dalle grafiche sabbianti per evidenziare la presenza di un vetro a protettivi anti-esplosione, in grado di limitare la frantumazione del vetro e le pericolose conseguenze.

La velocità di applicazione, la minima intrusione e l’indiscutibile resa tattile e funzionale spingono sempre più progettisti a guardare a questo universo per la fase finale dei loro progetti. Questi film, in oltre 50 anni di evoluzione, sono passati dall’essere un prodotto per installazioni temporanee a diventare finiture di pregio dalla lunghissima durata, paragonabile a molte delle finiture per interni disponibili oggi sul mercato.